Dai cinesi ai nordafricani, è boom di imprese Extra Ue

Secondo uno studio della Confesercenti è boom di imprese di extracomunitari: nei primi nove mesi del 2012 le imprese con titolari extracomunitari sono cresciute di 13.000 unità, mentre quelle italiane sono calate di 24.500 unità.

Le imprese gestite da stranieri producono quasi il 6% dell’intera ricchezza del nostro paese. Sono concentrate per lo più in Lombardia, Toscana, Emilia Romagna e Lazio. Prato è la città regina, con il 37% delle imprese individuali gestite da stranieri, seguita da Milano (19%) e Firenze (17%). L’80% delle ditte si concentra in soli tre comparti che, nonostante la crisi, registrano comunque una crescita sostenuta: +7,3% per le imprese del commercio, +3% per le imprese edili e +3,6% per la manifattura.

Il serbatoio principale dell’imprenditoria immigrata è l’Africa, che registra oltre 98mila attività, con imprenditori marocchini e senegalesi dediti all’attività di vendita al dettaglio, gli egiziani alla somministrazione di alimenti e i tunisini nel comparto edile. I cinesi si collocano al secondo posto con oltre 40mila attività, prediligendo la ristorazione e l’abbigliamento.

YB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...