Ricordati che devi rispondere! L’Italia e i diritti umani

In vista delle elezioni politiche 2013, Amnesty International Italia lancia la campagna ‘Ricordati che devi rispondere. L’Italia e i diritti umani‘, attraverso la quale sottoporrà ai leader delle coalizioni e a tutti i candidati delle circoscrizioni elettorali un’Agenda in 10 punti per i diritti umani in Italia.

amnesty international italiaChristine Weise, presidente di Amnesty International Italia, ha dichiarato:

“Il benessere di un paese si misura anche dal rispetto dei diritti umani. Oggi, alla luce dei fatti, in Italia questo rispetto non è assicurato. Essere donne, partecipare a una manifestazione, essere migranti, rom, gay, detenuti significa rischiare di subire violazione dei diritti umani”

“Un governo che ha a cuore il paese, ha a cuore i diritti umani di chi ci vive e se ne sente responsabile. Un parlamento che intende esercitare pienamente la sua funzione, legifera per la protezione e il benessere di tutti, nel segno dei diritti e del rispetto della dignità di ogni persona. E’ questo che chiediamo. Nulla di meno”

L’Agenda di Amnesty International in 10 punti per i diritti umani è un vero e proprio programma di riforme nel campo dei diritti umani, su cui si chiede ai leader di esprimersi chiaramente, a favore o contro. I 10 punti, meglio analizzati qui, sono:

  1. Garantire la trasparenza delle forze di polizia e introdurre il reato di tortura
  2. Fermare il femminicidio e la violenza contro le donne
  3. Proteggere i rifugiati, fermare lo sfruttamento e la criminalizzazione dei migranti e sospendere gli accordi con la Libia sul controllo dell’immigrazione
  4. Assicurare condizioni dignitose e rispettose dei diritti umani nelle carceri
  5. Combattere l’omofobia e la transfobia e garantire tutti i diritti umani alle persone Lgbti (lesbiche, gay, bisessuali, transgender e intersessuate)
  6. Fermare la discriminazione, gli sgomberi forzati e la segregazione etnica dei rom
  7. Creare un’istituzione nazionale indipendente per la protezione dei diritti umani
  8. Imporre alle multinazionali italiane il rispetto dei diritti umani
  9. Lottare contro la pena di morte nel mondo e promuovere i diritti umani nei rapporti con gli altri stati
  10. Garantire il controllo sul commercio delle armi favorendo l’adozione di un trattato internazionale

Questo slideshow richiede JavaScript.

I leader ai quali Amnesty International si rivolge sono Silvio Berlusconi, Pier Luigi Bersani, Oscar Giannino, Beppe Grillo, Antonio Ingroia, Mario Monti e Marco Pannella.

Per saperne di più: www.amnesty.it e www.ricordatichedevirispondere.it.

YB

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...