Twilight-mania – A Venezia si beve sangue umano nei locali

Ed è da Venezia che arriva un’aberrante notizia. Quattro ragazzi trevigiani tra i 17 e i 18 anni hanno ammesso di aver bevuto del sangue umano in un locale notturno. I quattro ragazzi hanno denunciato di aver partecipato a un rito propiziatorio presso il locale incriminato.Subito è intervenuto il Gris, ossia il Gruppo di ricerca e informazione socio-religiosa. Il titolare infatti avvicinava i clienti giovani che riteneva più malleabili e li incoraggiava al vampirismo. Il rito propiziatorio consisteva nel bere il sangue del gestore servito in bicchierini da caffè, il tutto per ottenere forza, vigore, successo e soldi.

Continua a leggere

Annunci